sabato 18 novembre 2017

COMBATTERE LA POVERTÀ, COSTRUIRE LA PACE

Nell'Enciclica Centesimus annus, Giovanni Paolo II ammoniva circa la necessità di «abbandonare la mentalità che considera i poveri – persone e popoli – come un fardello e come fastidiosi importuni, che pretendono di consumare quanto altri hanno prodotto». «I poveri – egli scriveva - chiedono il diritto di partecipare al godimento dei beni materiali e di mettere a frutto la loro capacità di lavoro, creando così un mondo più giusto e per tutti più prospero». Nell'attuale mondo globale è sempre più evidente che si costruisce la pace solo se si assicura a tutti la possibilità di una crescita ragionevole: le distorsioni di sistemi ingiusti, infatti, prima o poi, presentano il conto a tutti. Solo la stoltezza può quindi indurre a costruire una casa dorata, ma con attorno il deserto o il degrado. 

sabato 4 novembre 2017

CHE COSA SIGNIFICA ESSERE CRISTIANO?

Basta frequentare la catechesi? Ricevere i sacramenti? Far parte di una comunità parrocchiale?
Il termine o appellativo “cristiano” appare ben tre volte nel Nuovo Testamento. Deriva dall’ebraico mashiah o dal greco cristhos, cioè unto-santo.
Gesù riceve questo appellativo che lo identifica come messia desiderato dagli uomini ed incontrato nella storia.
Che cosa significa per me essere cristiano?

sabato 28 ottobre 2017

AMARE DIO E AMARE IL PROSSIMO

In questi giorni ci si reca al cimitero per pregare per le persone care che ci hanno lasciato, quasi un andare a visitarle per esprimere loro, ancora una volta, il nostro affetto, per sentirle ancora vicine, ricordando anche, in questo modo, un articolo del Credo: nella comunione dei santi c’è uno stretto legame tra noi che camminiamo ancora su questa terra e tanti fratelli e sorelle che hanno già raggiunto l’eternità.
Da sempre l’uomo si è preoccupato dei suoi morti e ha cercato di dare loro una sorta di seconda vita attraverso l’attenzione, la cura, l’affetto. In un certo modo si vuole conservare la loro esperienza di vita; e, paradossalmente, come essi hanno vissuto, che cosa hanno amato, che cosa hanno temuto, che cosa hanno sperato e che cosa hanno detestato, noi lo sco­priamo proprio dalle tombe, davanti alle quali si affollano ricordi. Esse sono quasi uno specchio del loro mondo.

sabato 21 ottobre 2017

Identità cristiana

“Molte persone cominciano recitando un ruolo totalmente differente dal Sé reale, ma è inevitabile che ognuno finisca per portare qualche aspetto della propria personalità nel suo personaggio”. "Follow the White rabbit” Matrix
La mondanità porta al pensiero unico. Non lasciamo che distrugga la nostra identità cristiana. Papa FrancescoQuante volte ci creiamo un personaggio per poter sopravvivere nel mondo. Un luogo che ci risulta ostile: riunioni di lavoro che ci fanno perdere il contatto con le relazioni significative della nostra vita, impegni di una realtà che troppe volte prende il sopravvento sui nostri valori, orari snervanti per vivere nella città come self made man. Il cristianesimo sembra sempre più una scelta per pochi che vivono valori antichi o che non hanno altri impegni o che sono distaccati dalla realtà.

sabato 14 ottobre 2017

Tutti furono colmati di Spirito Santo

Parlando agli Apostoli nell’Ultima Cena, Gesù disse che, dopo la sua partenza da questo mondo, avrebbe inviato loro il dono del Padre, cioè lo Spirito Santo. Questa promessa si realizza con potenza nel giorno di Pentecoste, quando lo Spirito Santo discende sui discepoli riuniti nel Cenacolo. Quella effusione, benché straordinaria, non è rimasta unica e limitata a quel momento, ma è un evento che si è rinnovato e si rinnova ancora. Cristo glorificato alla destra del Padre continua a realizzare la sua promessa, inviando sulla Chiesa lo Spirito vivificante, che ci insegna e ci ricorda e ci fa parlare.

sabato 30 settembre 2017

ALLEANZA EDUCATIVA

Carissimi genitori,
siamo il gruppo che prepara i vostri figli alla catechesi e con il parroco stiamo riflettendo se sia ancora giusto proporre un catechismo tradizionale così come è stato realizzato negli ultimi anni.
Vogliamo proporre alla Parrocchia un cammino di “ALLEANZA EDUCATIVA”.
Ci piace chiamare così questo percorso perché siamo certi che se l’incontro con Cristo non nasce già da una conoscenza e da una crescita all’interno del vostro nucleo familiare, poco conta il catechista o il parroco in questo cammino di scoperta della fede da parte dei vostri figli.

sabato 23 settembre 2017

LA GIOIA DELL’ANNUNCIO

1. La gioia del Vangelo riempie il cuore e la vita intera di coloro che si incontrano con Gesù. Coloro che si lasciano salvare da Lui sono liberati dal peccato, dalla tristezza, dal vuoto interiore, dall’isolamento. Con Gesù Cristo sempre nasce e rinasce la gioia. In questa Esortazione desidero indirizzarmi ai fedeli cristiani, per invitarli a una nuova tappa evangelizzatrice marcata da questa gioia e indicare vie per il cammino della Chiesa nei prossimi anni.

COMBATTERE LA POVERTÀ, COSTRUIRE LA PACE

Nell'Enciclica Centesimus annus , Giovanni Paolo II ammoniva circa la necessità di «abbandonare la mentalità che considera i poveri – ...